Home > Argomenti vari > fear

fear

7 Febbraio 2010

Da bambina saltavo e correvo.

Soprattutto mi arrampicavo. Su ogni muretto, ogni albero, ogni roccia o gradino. Quando perdevamo la chiave di casa o la dimenticavamo ero io che salivo sulla scala della terrazza di sotto e aggrappandomi scavalcavo la balaustra di ferro della mia

Mia madre, solitamente ansiosa, in questo mi lasciava fare

Anche lei era stata così. Vivace e agile

Mio padre, nelle passeggiate a Monte Berico, mi teneva per mano mentre io camminavo sul muretto a lato del marciapiede e io non mi curavo che sotto ci fosse uno strapiombo. Mi portava anche in montagna con lui su per sentieri e qualche vaio

Non soffrivo di vertigini. Il vuoto non sapevo nemmeno che fosse

Forse lo riempivo di sogni, giochi, fantasie.

Da piccolissima mi nascondevo sopra gli armadi, salivo senza alcuna esitazione o timore

Sugli alberi mi sentivo al sicuro

Andavo su il più in alto possibile

Poi qualcosa è cambiato.

E’ sceso il buio

E il vuoto ha cominciato ad attirarmi a sé

Ora non posso nemmeno "avvicinarmi" ad un precipizio

Mi sento male anche se qualcun altro lo fa

Mi prende un brivido allo stomaco e mi tremano le gambe e non posso guardare

Mi sembra di esserne risucchiata

Non capisco 

Non avevo paura di nulla

Ora ho paura di tutto

 

Categorie:Argomenti vari Tag:
  1. 7 Febbraio 2010 a 17:16 | #1

    adesso te ne sei accorta e quindi hai tutto il tempo per cambiare e tornare coraggiosa come la tua vera natura era

  2. s.
    7 Febbraio 2010 a 23:23 | #2

    é

  3. bri
    8 Febbraio 2010 a 20:44 | #3

    come a dire…non è mai troppo tardi?
    :) )
    mah, non so.
    credo che ormai devo stare “in campana”

I commenti sono chiusi.