Archivio

Archivio Febbraio 2009

librarsi

27 Febbraio 2009 6 commenti
Categorie:Spettacoli Tag:

da una foto di Sara

23 Febbraio 2009 6 commenti
Categorie:Spettacoli Tag:

filo di lana

17 Febbraio 2009 4 commenti

"Non so nemmeno
come sono arrivata
fino a qui.
Non mi capacito
La distanza è
così
lunga.

Io sono una
dal fiato
corto.
Io ero una
da 60-80 metri

ed un filo di lana"

Categorie:Argomenti vari Tag:

dis-ordine

16 Febbraio 2009 8 commenti
Categorie:Argomenti vari Tag:

uno dei miei giardini, Lucilla

13 Febbraio 2009 2 commenti

Il mio giardino, lo so Lucilla, non è quello  che  immaginavi , ma questo è quanto.

Il mio giardino, dicevo, è poco fuori le mura della città, con il ghiaino per terra e le aiuole delimitate da pietre scolpite dall’acqua e dal vento. E ci sono statue con nudi impudichi e possenti e dita e nasi e teste mozzate e qualche mezzobusto su colonnine esili.
Di fronte all’entrata, proprio verso il limite estremo, appare un ponticello,  di legno verde, che attraversa la roggia Seriola chiazzata di acqua stagnante e putrida su cui guarda una loggia palladiana dall’intonaco scrostato.
Di lato, su una fontana circolare, si staglia un unicorno che emette  acqua da una sola narice essendo l’altra tappata da chissà quale moccolo secco e, sul bordo, sono accoccolati ranocchi eruttanti saliva o bava o spruzzo.
E si va per le viuzze e, in un angolo, nascosta tra le rocce, si intravede una fontanella  con il filo d’acqua leggero che si inarca in una breve, fragile, curva.
E, al di là, si allunga una cancellata che circonda  il cortile della scuola elementare; edificio maestoso con una lunga scalinata che porta su verso le aule dagli alti soffitti e dalle alte finestre nascoste da pesanti tendaggi polverosi.

E  mi viene il ricordo di noi ragazzine riunite nell’aula magna durante l’ora di canto, in piedi, in fila ordinata e della maestra che, all’improvviso, inclina la testa e, poi, fa zittire tutte e allunga un dito ammonitore  avvicinandosi al mio gruppo.
E Adriana, la mia vicina e amica e compagna di banco, bionda, robusta, con grandi occhi azzurri e denti chiazzati di giallo, arrossisce tra le nostre risatine imbarazzate.
E  riprendiamo il canto, con lei che, vicino a me, muove le labbra a ritmo senza emettere suono. Così, per non disturbare.
E, da quel momento, tutto sembra andare bene . Anche se non è vero.

E questo è uno dei miei giardini, Lucilla.

Categorie:Argomenti vari Tag:

Tomás

13 Febbraio 2009 Commenti chiusi

scusate se ho cancellato tutto e anche i vostri commenti, ma ho da poco, appreso, con sorpresa, che Tomás sta volando con ali di carta verso altre destinazioni.

Prosegui la lettura…

Categorie:Argomenti vari Tag:

e intanto

6 Febbraio 2009 5 commenti

passa una legge secondo cui i medici devono, DEVONOOOO??? DENUNCIARE i pazienti senza permesso di soggiorno.

Prosegui la lettura…

Categorie:Argomenti vari Tag:

suoni e voce

3 Febbraio 2009 3 commenti
Categorie:Spettacoli Tag: